cavalloanzaldi

10 cose da ricordare (e 3 conclusioni) sullo scazzo politici-Rai

/
Riassunto dell'ottima annata tra Pd e dirigenti della tv pubblica. Alcuni politici vogliono riformarla, ma anche piazzare i loro amici. Finalmente qualche opinionista si sta svegliando, ma non bisogna illudersi. Ora che si attendono le nomine dei tg i nodi vengono ai palinsesti. Il ruolo degli ex Margherita e di Carlo Verdelli
image

Qual è il segreto di una buona pasta? Fiorello

Non contano gli ingredienti, ma lui. Che potrebbe fare uno show leggendo il vocabolario. L'unico additivo è il buonumore e la disponibilità all'autopresaingiro. E la presa in giro del circo mediatico, a cominciare da Sky. Che, con lui, punta a diventare il diario di giornata del ceto medio-alto
Sunset in Mestre, Italy

Marghera, Venezia e le periferie esistenziali di Raffaelli

Molto più che un giallo, Il maestro vetraio, opera seconda dell'autore trentino, è un romanzo "bergogliano" che, tra qualche ingenuità, ci regala alcune perle. San Marco, Rialto e i campielli sono visti con gli occhi di un'umanità dimessa e di outsider. Ma più autentica delle istituzioni, avviluppate nell'ambiguità della gestione del potere
ne di Vigilanza Rai ascolta il presidente e il direttore generale RAI, nella Antonio Campo Dall'Orto e Monica Maggioni

Sette cose non vere scritte sulla Rai

Il nervosismo del mondo politico nei confronti dei dirigenti della tv pubblica aumenta. Sono ritenuti lenti e timidi, mentre bisogna fare le nomine e piazzare i direttori e i conduttori "giusti". Intanto filtrano nomi e notizie infondate: dalla triade di donne al comando delle testate al siluramento di Giannini dato per assodato fino a Pif a Ballarò

Maurizio Caverzan

Notizie, indiscrezioni e commenti su televisione, cinema, letteratura, sport... Scopri di più ➝


Misantropie

Cercando l'antivirus, diario intimista ai tempi del Covid-19 Scopri di più ➝

Tag

Altri testi