marinellig-cavevisioni.it

«I classici, gli unici sovversivi e moderni»

Giancarlo Marinelli, scrittore, regista e direttore artistico dell'Olimpico di Vicenza: «Porto a teatro Socrate e Medea perché il confronto con la grande tragedia cambia la concezione di noi stessi. Anche nel mio ultimo libro mi misuro con le idee per i quali i nostri nonni morivano. La lezione di Albertazzi»
tamaro3-cavevisioni.it

Tamaro: «Perché la scuola di oggi è da bocciare»

Nel libro intitolato «Alzare lo sguardo» la scrittrice dice che il sistema scolastico è da rifondare: «Gli insegnanti sono la categoria più mortificata, vittima del disprezzo sociale, dell'invadenza dei genitori e della burocrazia. Gli studenti? Clienti da accontentare e non da educare. Bisogna ripartire dalla persona»
debenedetti-cavevisioni.it

De Benedetti riscrive il copione di Otto e mezzo

Nella serata d'esordio della stagione l'Ingegnere ha scombussolato le carte preparate d Lilli Gruber, apparsa rinfrancata dalla sconfitta di Salvini: «Non darei la fiducia al nuovo governo, avrei preferito le elezioni. Conte è un manager della politica, Renzi merita l'oscar della falsità, Di Maio dell'incompetenza»
BIANCHEDI

«Perché il calcio di Sacchi è durato solo tre anni»

Natale Bianchedi, «la spia» di Arrigo: «Al Milan creò lo spartito, i movimenti in armonia, lo stress come propellente ma, come dice Chartier, un'idea è pericolosa quando è l'unica che abbiamo. Non ci sentiamo più, mi sono sentito strumentalizzato. Guardiola è il più grande. Quando segnalai Ronaldo a Capello...»

Maurizio Caverzan

Notizie, indiscrezioni e commenti su televisione, cinema, letteratura, sport... Scopri di più ➝

Tag

Altri testi